Due Supplementari Non Bastano Per Una Vittoria

Terza gara interna al supplementare e terza sconfitta per la Rgi Lettera 22. Come già con Saluzzo, anche con il Kolbe gli eporediesi si sono arresi dopo 50′ di gioco. Peccato, perché l’ottimo avvio e il quarto periodo in crescendo avevano fatto sperare nella vittoria, che manca dal 20 dicembre. Pronti, via e i letterini sono avanti 18-7. Il Kolbe si scuote: una tripla ben costruita, un canestro più fallo e rientra subito in scia (18-14), aiutato dalle quattro perse dai letterini. In chiusura di quarto Gillio Tos segna in entrata e trasforma il libero supplementare, Cambursano apre il secondo periodo con una tripla ed è +10. Gara in discesa? Non proprio. Ivrea difende poco in uno contro uno e subisce un parziale di 13-0 tra l’11’ e il 13′ (24-27), oltretutto senza mai mettere il pallone in area. Il terzo fallo di Tampellini al 15′ è una pessima notizia, le basse percentuali ai liberi pure, ma mai come le palle perse e la scarsa presenza fisica in difesa e a rimbalzo: al 18′ il tabellone dice 28-38, al 20′ 32-40 (11-26 nel quarto). La ripresa sembra promettere bene. I letterini entrano in campo con altro piglio e in 3′ raggiungono la parità (40-40). C’è Ramella che fa 4/4 dall’arco, ma la sua striscia è vanificata da una fase difensiva di nuovo deficitaria: così Kolbe può allungare ancora fino al +10, fissato da una canestro da metà campo di Erbì sulla sirena di fine terzo periodo (49-59). Poi, all’improvviso, la difesa. La Rgi mette in campo dieci minuti di intensità, concentrazione, rimbalzi su entrambi i lati del campo. Il recupero è lento, ma inesorabile. Gli ospiti segnano solo 4 punti in tutto il periodo. Ivrea impatta a quota 63 a un minuto dalla fine, difende nel modo migliore negli ultimi possessi, sbaglia qualcosa di troppo ai liberi. Supplementare. I letterini vanno sotto, ma una tripla di Stodo e un tap in con fallo su Ramella danno il 72-68. Non è chiusa, perché il Kolbe trova ancora le forze per impattare (74-74) e nell’ultimo possesso Stodo non realizza. Supplementare numero due, ma Cambursano e Burrone sono fuori per falli. Gli ospiti vanno presto sul +4 grazie a una tripla. I letterini continuano a faticare dalla lunetta e finiscono la benzina.

La lista delle sconfitte consecutive è arrivata a undici. Eppure non sarebbe tutto da buttare. Un quarto di intensità e concentrazione dietro e gli avversari hanno messo a segno solo quattro punti: «Vero, non possiamo prescindere dalla difesa – conferma Cossavella – Vale per tutte le squadre, vale ancora di più per noi e in questo momento. Fatichiamo parecchio a creare gioco davanti, appena gli avversari alzano l’intensità andiamo in difficoltà». Solo due grandi prestazioni individuali hanno permesso di giocarsela alla pari. Per Cambursano 31 punti e 23 rimbalzi, per Ramella 28 punti con 6/10 dall’arco: «Peccato, erano alla nostra portata. Ma ci voleva più aggressività in tutta la gara» è il rammarico del capitano letterino. Da questo punto di vista Burrone è stato uno dei più continui: «Al di là del gioco e dell’intesità, nelle partite punto a punto abbiamo sempre perso – sottolinea la veloce guardia eporediese – Tre volte ai supplementari fa male, dobbiamo essere più determinati quando conta».

Lettera 22-Kolbe Torino 77-84 d2ts
(21-14, 32-40, 49-59, 63-63, 74-74)
Lettera 22: Montauti, Gillio Tos 3, Monfroglio, Tampellini 2, Cambursano 31, Stodo 6, Burrone 5, Ramella 28, Morando, Tahir, Saccomani 2, Danesi ne. All. Cossavella
Kolbe Torino: Giurbino, Dosio 5, Ciccomascolo 10, Giraudi 14, Chiarella 6, Liso 14, Scuderi 13, Erbì 15, Tarene 2, Riviezzo 10, Iovine 2. All. Casaccia