Una brutta partita, giocata da due formazioni lontane dal massimo della forma e dai momenti migliori di questa stagione. Si gioca sempre a ritmi bassi, quelli prediletti dagli ospiti. Nessuna delle due formazioni ha la forza per andare via nel punteggio. Nell’ultimo quarto, però, Chivasso si fa preferire, soprattutto per i rimbalzi offensivi e per alcune triple importanti. Gara da dimenticare per i letterini: spenti, incapaci di imporre i propri ritmi al match, poco attenti a rimbalzo difensivo, in confusione anche nei decisivi possessi finali. Il lato positivo: si può fare solo meglio. Assente Gillio Tos per problemi alla schiena: da stabilire la durata dello stop forzato.

Lettera 22-Chivasso 49-52
(10-15, 25-25, 37-40)
Lettera 22: Morando, Monfroglio, Tampellini 18, Cambursano 4, Stodo 7, Burrone, Ramella 16, Fancelli 2, Castello, Ferraris, Saccomani ne, Tahir ne. All. Cossavella
Chivasso: S. Delliguanti 6, M. Delliguanti 11, Vettori, Vai 11, Barbaria 1, Morello 15, Cocco 6, Oradini 2, Montanaro, Tatti. All. Buffa