Sconfitta dopo un overtime nella prima di ritorno per la Lettera 22. Pino Torinese passa al Cena per 70-63 (56-56 al 40′) dopo aver inseguito per tutta la partita. Peccato, perché i letterini hanno iniziato tutti i quarti con buon ritmo ed energia, rallentando però troppo negli ultimi possessi prima delle sirene. Guardiamo il lato positivo: all’andata per gli eporediesi era arrivato un -30, la sconfitta di domenica al supplementare indica tutti i progressi fatti dalla squadra in quattro mesi. Il tabellone dice 7-2 dopo 5′: i ritmi sono buoni, ma la sensazione è che Ivrea avrebbe potuto concretizzare di più. Pino chiude di più l’area e si sblocca davanti, la Rgi patisce il passaggio in panchina di Stodo per due falli e il primo quarto si chiude sul 9-11. La partita è godibile, anche se con pochi canestri realizzati. Gli ospiti cercano le guardie in post basso per sfruttare i centimetri e l’atletismo, i letterini faticano a entrare in area, ma quando riescono trovano i due punti con continuità con Tampellini. Tanta confusione negli ultimi 2′ prima dell’intervallo. Ivrea allunga fino al 28-23 in coincidenza di un fallo tecnico alla panchina ospite, ma sbaglia quasi tutto negli ultimi possessi e non riesce ad allungare (28-26 al 20′). La Rgi riparte con due triple di Burrone e Fancelli per il 38-33. Pino passa a zona 3-2 e inceppa l’attacco letterino, ma dietro gli eporediesi sono concreti e concentrati. Almeno fino all’ultimo minuto, quando concedono un rimbalzo in attacco e un tripla comoda che riavvicinano gli ospiti fino al 42-40 del 30′. Un 6-0 per il 48-40 sembra mettere la gara sul binario giusto, ma Pino è squadra esperta e non si lascia impressionare: 53-53 al 36′ con Tonin in post basso. Ultimi 4′ confusi: il tabellone si muove poco e si va al supplementare sul 56-56, ma senza Stodo out per falli. Pino fa 4/4 ai liberi e butta la tripla con Manavella, Ivrea fa 1/4 ai liberi (7/19 in tutta la gara), finisce sotto di sette lunghezze (58-65) e finisce anche le energie. Ultima nota: per entrambe le formazioni l’arbitraggio è stato totalmente inadeguato, al limite dell’imbarazzante nei minuti caldi della gara, come del resto la coppia aveva già dimostrato nella precedente partita Under 17 tra letterini e Cestistica Biella. Sabato la C torna in campo: si va sul difficile campo di Borgosesia.

Lettera 22 – Pino Torinese 63-70 d1ts
(9-11, 28-26, 42-40, 56-56)
Lettera 22: Montauti 2, Gillio Tos, Tampellini 19, Cambursano 11, Stodo 5, Burrone 5, Ramella 9, Fancelli 12, Castello, Aronica ne, Tahir ne, Ferraris ne. All. Cossavella
Pino Torinese: Sordella 15, Menzio 13, Navone, Quagliolo 6, Augeri 10, Singjeli 4, Manavella 7, Rocco 6, Pecollo 3, Tonin 5. All. Cibrario
Arbitri: Torino e Cornero
Note. Parziali: 9-11, 19-15, 14-14, 13-16, 7-14. Tiri liberi: Lettera 22 7/19, Pino 19/27. Usciti per cinque falli: Stodo, Burrone e Fancelli (Lettera 22). Falli tecnici a coach Cossavella (Lettera 22) e coach Cibrario e a Pecollo (Pino). Falli antisportivi a Burrone (Lettera 22) e Singjeli (Pino). Spettatori: 300.