Letterine poco concrete contro Venaria in U17

Chiamatela come volete: pallacanestro, basketball, pallalcesto… Scopo del gioco rimane sempre lo stesso: buttare quell’oggetto sferico dentro il canestro (o basket o cesto che dir si voglia!). Purtroppo non pratichiamo il nuoto sincronizzato o i tuffi dal trampolino: giocare ed eseguire bene non basta a far muovere il punteggio sul tabellone, almeno non quello della nostra squadra! Di fronte a una delle migliori formazioni del campionato, le letterine giocano un’ottima partita dal punto di vista del gioco e della difesa di squadra, però non concretizzano praticamente mai tutto il lavoro svolto, accontentandosi di “scaraventare” la palla al canestro al posto di tirare.

Partita in parità per tutto il primo quarto e metà del secondo, con le padrone di casa che lottano in difesa e costruiscono (e poi sprecano) molto in attacco. Nella seconda parte del secondo quarto le letterine si fanno prendere dallo sconforto per i troppi errori e le palle perse e decidono che ormai la partita é persa: peccato che si fosse sempre in parità! Smettono così di difendere e concedono a Venaria il break decisivo per il risultato finale. Stesso copione per quasi tutto il terzo periodo. Negli ultimi 10 minuti una piccola reazione di orgoglio permette di limitare i danni nel punteggio finale. Si continua a vedere il bel gioco che accompagna le letterine da inizio anno, così come la buona difesa (a parte i 10 minuti di delirio a cavallo dell’intervallo), però si deve registrare un passo indietro a livello di intensità e concentrazione rispetto alla vittoria di domenica sul campo della Pall. Torino.

Rgi Lettera 22 Ivrea – Basket Venaria A 33-56
(9-9, 13-29, 21-47)
Lettera 22: Bottazzini 2, Lomen, Marcoccio 7, Guidato, Zambolin 2, Quarisa, Sabolo 2, Zanuso 8, Giglio 4, Caserio 6, Doria, Candela 2. All. Degano
Venaria A: Celiberti 8, Colucci 6, Tosi 3, Gallo, Fratta 11, Antonioli P. 9, Guglielmetto 8, Antonioli E. 3, Basso 1, Lauri 7. All. Baima